Image16-02-2007
Pescatore australiano se la cava con un morso: «Mi rubava le esche, così l'ho preso per la coda. Ma ero pieno di vodka»  ...

DELAIDE (AUSTRALIA) - Ha afferrato a mani nude uno squalo di 1,3 metri, l'ha catturato e trascinato fuori dall'acqua. Coraggio? Incoscienza? Istinti suicidi?
No, all'origine del gesto compiuto da un pescatore di Louth Bay, a nord di Adelaide, c'è la vodka che l'uomo aveva bevuto in quantità industriale prima di mettersi sul pontile.
Philip Kerkhof, barbuto 41enne con una vaga somiglianza a Ernest Hemingway, stava pescando con cinque amici, quando ha visto uno squalo bronzeo, molto comune nelle acque australiane.
Ha raccontato di essere sceso da una scala e di aver inseguito l'animale che nuotava nell'acqua bassa, perché gli «rubava le esche artificiali» che Kerkhof utilizza per prendere i calamari.

«È stato un colpo di fortuna, gli sono andato dietro e l'ho preso per la coda perché lo volevo tirare sopra il pontile» ha spiegato il pescatore.
«Ma poi si è girato e ha cercato di mordermi e ho pensato: beh, è incredibile cosa può fare la vodka». Il solo danno dal pericoloso animale è stato un morso che gli ha strappato i jeans. «Non è una cosa che consiglio di fare. Quando sono tornato sobrio ci ho pensato e mi sono detto: sono stato un po' idiota».
 
Fonte http://www.corriere.it

Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand