Il "culo" di un surfista può salvare 80.000 persone...


giugno 2015 - In Gran Bretagna è appena partito un progetto "Beach Bums" che sta cercando di "reclutare" 150 surfisti e/o bodyboarder che hanno una frequenza di entrate in acqua di almeno 3 volte al mese. Questo progetto è curato dalla Università - Exeter Medical School, la ricerca dovrebbe esaminare come gli antibiotici resistenti ai batteri nell'acqua interagiscono con l'intestino umano e, in definitiva, con la salute umana.

I surfisti ingoiano regolarmente molta acqua di mare, circa 170 millilitri per sessione, che è molto di più di quello che ingoia un normale bagnante.

Anna Leonard, che sta contribuendo a condurre questo studio, ha detto in un comunicato dell'università: "Questa acqua può contenere batteri resistenti agli antibiotici, ma non abbiamo idea di come questo potrebbe influenzare i microbi che vivono nelle nostre viscere."
 
Confrontando due gruppi - surfers e nonsurfers - gli scienziati sperano di far luce sull'impatto della deglutizione di acqua di mare sulla popolazione.

L'università sta collaborando con l'organizzazione "Surfers Against Sewage" per questo studio.

Le persone che nuotano e surfano nelle acque costiere sono esposte a rischi di batteri resistenti agli antibiotici, come è già stato dimostrato da precedenti ricerche fatte proprio dall'Università di Exeter Medical School.
 
Andy Cummins, direttore delle campagne di Surfers Against Sewage ha dichiarato "Le acque costiere, anche se depurate, sono ancora contaminate da  miliardi di batteri potenzialmente nocivi".

I ricercatori possono avere bisogno di forti stomaci, però, al fine di realizzare questo studio, servono le budella dei surfisti, e saranno testati anche campioni ottenuti da tamponi rettali...

Lo scorso mese di aprile il governo britannico ha stimato  che un focolaio di un'infezione causata da batteri resistenti agli antibiotici potrebbe portare a 80.000 morti nel paese.


Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand