Luca - Cocolindo Surf Resort
INTERVISTA DI ELENA BERTOLINI
FOTO DI JANNA COLELLA

Lo scorso anno ho avuto la possibilità di vivere un’esperienza unica e indimenticabile in uno dei paesi più belli al mondo, il Brasile. In quest’avventura, insieme alla mia compagna di viaggio nonché fotografa Janna, ho avuto il piacere di conoscere Luca, un simpatico ”toscanaccio” che, stanco della sua vita monotona nel “bel paese”, un bel giorno decise di abbandonare tutto e partire alla ricerca della felicità…

Ciao Luca parlaci un po di te. Da dove vieni e quando hai iniziato a surfare?
Sono un ragazzo italiano come tanti che nel 2004 è partito per cercare nuove esperienze, spinto soprattutto dall’esigenza di nuove avventure con lo scopo di viaggiare per conoscere e aprire ancora di più la mia mente inserendomi in un ambiente con culture differenti. Mi sono buttato in quest’avventura senza farmi troppe domande, trasportato dalle correnti senza nuotargli contro. Mi sono avvicinato al mondo del surf solo 5 anni fa grazie ad alcune persone conosciute nel mio viaggio. Ora queste persone sono miei cari amici, alcuni anche qualcosa di più e ancora oggi fanno parte della mia nuova vita. Il surf è uno stile di vita che per me era totalmente sconosciuto ma che rifletteva molto e ancora riflette con la mia filosofia di vita.

Sappiamo che hai un Surf Resort in Brasile, chiamato Cocolindo. Quando è nata l’idea di costruire questo Resort e perchè?
L’idea del Surf Resort è nata poco dopo aver incominciato a surfare. Volevo trovare un lavoro che fosse legato allo sport ma soprattutto al surf e grazie ai miei amici, nonché soci , abbiamo deciso di creare il Cocolindo per dare la possibilità a tutti di avvicinarsi a questo fantastico mondo, di provare una sensazione unica ed imparare ad assorbire l’energia della natura.

Che cosa è il Cocolindo Surf Resort?
Il Cocolindo è nato principalmente per essere un Surf Camp ma con il tempo ci siamo resi conto che questo surf Resort era diventato anche una specie di “casa di terapia” capace di unire persone totalmente estranee, e molto spesso diverse tra di loro, in una convivenza di 24h su 24. In molti casi sono anche nate delle forti amicizie, anche dopo il poco tempo passato al Surf Camp, e questa per me è una delle mie più grandi soddisfazioni.

Da chi è composto il tuo staff?
Lo staff del Cocolindo è composto dalla mia vecchia e nuova Famiglia.
Insieme a Flavio, l’istruttore brasiliano del Surf Camp, state svolgendo anche un progetto solidale.
 
Di che cosa si tratta precisamente?
La nostra attività sociale è senza dubbio la più grande soddisfazione che io abbia mai avuto. Non abbiamo e non vogliamo ritorni economici. I frutti del nostro lavoro sono i sorrisi sinceri, il rispetto e la considerazione di tutti quei bambini che sono la vera forza e le uniche persone che ti fanno sentire importante. E’ un’attività che permette anche a bambini molto poveri di avvicinarsi al mondo del surf. Tutte le attrezzature sono offerte dal Cocolindo, come anche l’istruttore, Flavio. Lui è il cuore del progetto, un grande collaboratore e un guro del surf. Oltre a Flavio però ci sono anche i miei amici e soci che fanno la loro parte da “dietro le quinte”.

Programmi per il futuro?
Semplicemente continuare con la solita armonia, dedizione e trasparenza in quello che facciamo. Tutto legato dalla nostra filosofia del surf, con il piacere trasmettere tutto questo ad altre persone che hanno voglia di provare sensazioni vere ed emozioni sincere.
Continuare con il nostro progetto sociale, impegnandoci a farlo crescere sempre più grazie anche ai collaboratori e volontari che possono offrire diverse attività contribuendo allo sviluppo personale e sociale della Comunità locale, “Conexao Surf Escola”.

Cocolindo Surf Resort: http://www.cocolindo.it/
 

{bookm}

Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand