Olimpiadi Tokyo 2020: ecco i surfisti praticamente qualificati dopo Freshwater Pro

26-09-2019 - Dopo Freshwater Pro del Surf Ranch, il francese Michel Bourez, Jérémy Flores e Johanne Defay hanno fatto un grande passo verso Tokyo-2020. Per il momento, sono praticamente sull'aereo per i Giochi.

Proprio come Carissa Moore, Lakey Peterson, Stephanie Gilmore, Tatiana Weston-Webb, Medina Gabriel, Filipe Toledo, Jordy Smith, Kolohe Andino, Owen Wright, Kanoa Igarashi e anche John John Florence (anche se infortunato).

Sono ancora in lotta: Joan Duru, Italo Ferreira, Courtney Conlogue, Caroline Marks o Kelly Slater.

Ricordiamo:

1. alla fine della stagione, i primi 10 uomini e le prime 8 donne top ranking CT saranno direttamente qualificati per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020 (con un massimo di due surfisti per ogni Comitato Olimpico Nazionale - paese).

2. alla fine degli ISA World Surfing Games (7-15 settembre) a Miyazaki (Giappone), sono stati assegnati a titolo provvisorio 10 biglietti continentali per i Giochi olimpici:

Africa: Bianca Buitendag (Sudafrica) e Ramzi Boukhiam (Marocco)
Asia: Shun Murakami (Giappone) e Shino Matsuda (Giappone)
Oceania: Ella Williams (Nuova Zelanda) e Billy Stairmand (Nuova Zelanda)
Europa: Anat Lelior (Israele) e Frederico Morais (Portogallo)
America (Giochi Panamericani): Daniella Ross (Perù) e Lucca Mesinas (Perù)

Ecco il punto sulla gara per qualificarsi per le Olimpiadi.

Uomini Top 10

La nuova maglia gialla della classifica maschile brasiliana è Gabriel Medina. Dopo un inizio di stagione misto, il campione uscente ha preso il posto piazzando tre finali consecutive per due vittorie (JBay e Ranch). È praticamente sull'aereo per Tokyo-2020.

Anche il secondo posto è brasiliano: Filipe Toledo, vincitore a giugno a Rio, ha raggiunto la finale al Ranch dove ha perso.

Solo il 9 ° posto a Lemoore, Italo Ferreira, incoronato campione del mondo ISA il 15 settembre in Giappone, vince nella corsa per due posti unici per paese. Qui è quinto in classifica ma terzo in classifica brasiliana a quasi 10.000 punti di Toledo. Un abisso tre fasi della finale.

Dopo la sua finale a Rio, Jordy Smith ha avuto un grande successo a Tahiti, finendo in semifinale e poi in California, dove ha conquistato il 5 ° posto nel pool del WSL. Eccolo al 3 ° posto assoluto. Solo rappresentante sudafricano, Smith è assicurato dal tempo il biglietto per Tokyo-2020 e può concentrarsi con calma sulla conquista del titolo mondiale.

Leader della classifica generale prima di Tahiti, Kolohe Andino ha perso quattro posizioni in due competizioni. È partito prematuramente a Tahiti, ha 17 anni al Ranch. Ma mantiene il primo posto nel contingente americano davanti a ... John John Florence! Ancora sfortunato da quando JBay e il suo infortunio al ginocchio a Rio alla fine di giugno, il doppio campione del mondo scivola inesorabilmente nella classifica e ora è all'ottavo posto. Il che lo rende ancora il 2° americano e praticamente trattenuto per le Olimpiadi. Fuori per il resto della stagione, ha recentemente dichiarato che sarebbe tornato a Pipeline se avesse ancora la possibilità di andare ai Giochi.

Terzo classificato americano dopo il Ranch è Kelly Slater ha deluso Teahupo'o (17 °) quanto "casa" sulla sua onda artificiale (9 °). Ha ristagnato al 10 ° posto assoluto, ma ha conquistato il 3 ° posto nel giovane americano Seth Moniz (11 °).

Vincitore a Bali, quarti di finale a JBay e Rio, Kanoa Igarashi si è stabilito per un nono posto al Ranch. L'unico concorrente giapponese sulla CT, Igarashi, è attualmente al sesto posto in classifica e, comunque, ha assicurato di rappresentare il suo paese d'origine in poco meno di un anno.

L'australiano Owen Wright, vincitore di Tahiti Pro, continua il suo slancio e conquista il 3 ° posto al Ranch. Il miglior surfista dell'isola continentale con il suo settimo posto nella classifica generale della CT, eccolo, finalmente, nel carro buono per Tokyo-2020. Proprio come Julian Wilson (5 ° a Lemoore). Dopo un inizio deludente della stagione, Wilson ha ritrovato i colori. Perdendo velocità, Ryan Callinan (17 ° a Teahupo'o e Ranch) è passato dal primo al terzo posto in Australia. A questo punto della stagione, avrebbe guardato l'aereo per Tokyo partire senza di lui.

Sul versante francese, Michel Bourez e Jérémy Flores non sono riusciti a esprimersi nella piscina con onde californiane dopo aver brillato a Teahupo'o e aver convalidato la loro eventuale partecipazione alle Olimpiadi andando a ISA World Surfing Games di Miyazaki. Flores è 17 °, Bourez 33 °. Una contro-performance che non influisce sulla loro classifica generale che rimane invariata. Bourez è 13 ° e Florès 14 °. Il che darebbe loro un posto ciascuno per i Giochi di Tokyo 2020.

Top 8 delle donne

Vincitrice di Margaret River e finalista di JBay, Lakey Peterson ha appena vinto il Freshwater Pro al Surf Ranch di fronte a Johanne Defay. Qui è seconda in classifica generale e ... seconda americana nella classifica provvisoria dietro la connazionale Carissa Moore. I due surfisti statunitensi sono attualmente in volo per Tokyo 2020.

A spese di Caroline Marks che rimane terzo americano e non vedrebbe i Giochi. "Solo" 5 ° al Ranch, Courtney Conlogue ha perso terreno ed è diventato il 4 ° americano in classifica. Come vediamo, la gara per i Giochi sarà molto dura da parte degli americani con 5 ragazze nella Top 7 come Malia Manuel (7 °).

Vincitrice a Rio dopo la sua finale a Keramas, Sally Fitzgibbons scende al 3 ° posto dopo il suo 5 ° posto a JBay e al Ranch. L'australiano sarebbe ai Giochi di Tokyo se restassimo lì. Due terzi della stagione, la campionessa mondiale in carica Stephanie Gilmore mantiene il suo 4 ° posto nella classifica provvisoria dopo il suo quarto in California, e sarebbe anche a Tokyo.

I due australiani allargano il divario con i loro inseguitori e sono (quasi) già ai Giochi. Il 3 ° australiano, Bronte Macaulay è 11 ° a quasi 20.000 punti Gilmore. La qualificazione ufficiale per Fitzgibbons e Gilmore potrebbe intervenire a Hossegor.

La brasiliana Tatiana Weston-Webb è l'ottava al mondo dopo il suo quarto al Ranch e la macchina giusta per le Olimpiadi. Proprio come il suo connazionale Silvana Lima, ferito all'inizio dell'anno, che indica il 13 ° posto della classifica generale. Abbastanza per essere nella bolla di ammissibili ai Giochi (massimo due posti per paese).


UOMINI
Filipe Toledo (Brasile)
Jordy Smith (Sud Africa)
Kolohe Andino (USA)
Gabriel Medina (Brasile)
John John Florence (USA)
Kanoa Igarashi (Giappone)
Owen Wright (Australia)
Julian Wilson (Australia)
Michel Bourez (Francia)
Jeremy Flores (Francia)

DONNE
Carissa Moore (USA)
Lakey Peterson (USA)
Sally Fitzgibbons (Australia)
Stephanie Gilmore (Australia)
Tatiana Weston-Webb (Brasile)
Johanne Defay (Francia)
Brisa Hennessy (Costa Rica)
Silvana Lima (Brasile)

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive