Sono obbligati a pubblicare post sui social media tramite i loro contratti? Con quale frequenza? Quanto è importante il lato economico?

13-07-2020 - È il sogno di tanti giovani surfisti, poter un giorno mostrare sul davanti della propria tavola l'adesivo di un grande marchio del settore. Più che riconoscimento, è la garanzia (finanziaria) di poter partecipare a gare e vivere della tua passione.

Ma cos'è veramente? Come procede il reclutamento? Cosa devono / possono fare i giovani di oggi per sperare di ottenere un contratto? Quanto sono importanti i social network nei loro contratti?

Ecco alcuni dei principali marchi del settore che rispondono ad alcune domande che ci permettoni di comprendere meglio la parte inferiore della sponsorizzazione, un fenomeno tanto raro quanto ambito.

Cosa si aspetta un grande marchio da un surfista oggi?
 
Rip Curl
"Un atleta è un importante vettore di comunicazione per un marchio di surf, nonché una pubblicità, un evento o un video. Lo scopo della sponsorizzazione è far conoscere il suo marchio e i suoi prodotti e ispirare i clienti ad acquistare il loro marchio e i loro prodotti.

Per fare ciò, ci aspettiamo che un surfista sia il più noto e il più influente possibile. L'influenza e la notorietà possono essere ottenuti con risultati in competizione, esibizioni in free-surf ma soprattutto una buona capacità di autopromozione attraverso i media e i social network ".

Quiksilver
Simon Charlesworth, Global Marketing Manager Water for Quiksilver -

"Le aspettative variano a seconda delle diverse fasi della carriera di un surfista. Tuttavia, ci piace un atteggiamento positivo e un apprezzamento associati alla proattività a supporto del marchio. Può essere il modo in cui includono un marchio in creare contenuti o condividere buone vibrazioni sul marchio con la loro comunità. Abbiamo bisogno di atleti in sintonia con le esigenze dell'azienda. "

Picture
Manon - Team Manager

"A Picture, il surfista che ci rappresenterà dovrà ovviamente essere legittimo nella sua comunità, ma soprattutto condividere i valori del nostro marchio: guidare, proteggere e condividere. È molto importante per noi avere atleti in linea con i nostri impegni e la nostra visione, perché sono i nostri portavoce.

È anche importante per noi che i nostri surfisti siano proattivi per i progetti di video online con noi. L'obiettivo nelle nostre collaborazioni con i surfisti è quello di immaginare insieme progetti intorno alla loro attività ma anche intorno all'avventura, scoperta per raccontare storie stimolanti intorno agli sport da tavola (sci, snowboard e surf) e la nostra passione per la vita all'aria aperta. Nel nostro rapporto con l'atleta non cerchiamo solo di evidenziare le sue prestazioni nel suo sport, ma anche di condividere il suo stile di vita, i suoi valori e le sue altre passioni all'aperto ".

Need Essentials
"Ci piace avere relazioni durature incentrate sulla costruzione di prodotti migliori insieme. I nostri surfisti come Torren Martyn e Laurie Towner sono più che semplici ambasciatori, sono anche fortemente coinvolti nella progettazione e nello sviluppo di tutti i nostri prodotti. sviluppare e testare costantemente tutte le nostre attrezzature e lavorare con noi per trovare le migliori soluzioni alle esigenze di base dei surfisti. "

Nomads Surfing
"La prima cosa che ci aspettiamo dai nostri surfisti è che siano come noi, vale a dire surfisti impegnati come lo è il nostro marchio per la protezione degli oceani. Lasciateli convincere che ciò che stiamo cercando di costruire oggi è essenziale nel settore del surf e speriamo di avere il riconoscimento che merita tra qualche anno. Siamo alla ricerca di surfisti che vogliono scrivere una storia comune con un giovane marchio francese, con i vantaggi e gli svantaggi che ciò rappresenta.

Poi arriva il suo investimento con Nomads. Questo può essere trovato attraverso i social network ovviamente, ma anche durante gli eventi che organizziamo (pulizia della spiaggia, Lacanau Pro, serata dei partner, distribuzione di documenti ecc ...).

Infine, ci aspettiamo che il surfista trasmetta dentro e fuori dall'acqua, sia in free-surf che in competizione, un'immagine ultra positiva di se stesso e quindi di Nomads Surfing. Pertanto, i nostri 5 attuali ambasciatori non sono quelli che hanno la più grande reputazione o influenza sulle reti, ma sono giovani a nostra immagine, amichevoli e motivati ​​e che riflettono perfettamente l'immagine del nostro marchio ".

Cosa può fare / deve fare un giovane surfista oggi per attirare l'attenzione di un marchio al fine di aggiudicarsi un contratto?
 
Rip Curl

"Prima di tutto, ci aspettiamo che i giovani surfisti abbiano successo nelle competizioni contro i surfisti della loro età ma anche contro quelli più grandi, che abbiano un notevole margine di miglioramento e un repertorio tecnico al di sopra del media.

Ci aspettiamo che ci presentino anche una doppia scuola e un progetto sportivo e che siano organizzati secondo un programma che ci avranno presentato all'inizio dell'anno.

Vogliamo infine che comprendano le basi della promozione e gli strumenti ad essa associati (social network, media ...) ".

Quiksilver
SC: "Deve combinare un ottimo livello di navigazione con un atteggiamento positivo ed essere attivo sulle reti in vari modi. Pensiamo che un atleta dovrebbe mostrare i suoi fan e la sua comunità per tutta la vita e non accontentarsi di "essere una piattaforma per mini-clip giornaliere della sua ultima sessione".

Picture
Manon: "Per noi oggi, è importante che i giovani surfisti possano differenziarsi dagli altri surfisti per apportare valore aggiunto alla realizzazione di progetti. Nel nostro framework, dove focalizziamo la nostra comunicazione sulla realizzazione di progetti video intorno avventura, siamo molto attenti allo spirito creativo dei surfisti per offrirci progetti in linea con i nostri valori.

È soprattutto importante che il surfista si trovi nei valori e nella visione del marchio con cui vuole collaborare. Deve prestare attenzione alla pertinenza dei suoi sponsor per essere il più coerente possibile nella sua comunicazione e nello sviluppo della sua immagine perché porta con sé la visione dei marchi che rappresenta ".

Need Essentials
"Sii un individuo, sii te stesso, sii gentile. Tendiamo a lavorare con surfisti non competitivi che vivono una vita da surf semplice e umile. C'è così tanto spazio per approcci unici al design della tavola da surf e come si può navigare un'onda. Siamo davvero ispirati da persone che trovano la propria strada e sembrano essere in buon ritmo con l'oceano, la natura e la comunità ".

Nomad Surfing
"Come abbiamo fatto l'anno scorso quando abbiamo lanciato la nostra" Young Generation ", abbiamo chiesto alla nostra comunità di trovare giovani surfisti tra i 12 e i 18 anni la cui domanda principale fosse" Cosa stai facendo per il pianeta oggi? cosa vuoi fare domani? ”Abbiamo ricevuto più di sessanta risposte, con impegni sinceri e testi meravigliosi.

Abbiamo impiegato del tempo per analizzare ogni profilo, richiedere anche i video di surf e analizzare tutto questo. Abbiamo ridotto a 10 surfisti poi ne abbiamo usciti con una selezione di 6.

Molti surfisti pensano che Nomads sia un marchio di surf, abbiamo le risorse per pagare o offrire board a chi lo desidera. Sfortunatamente la verità è abbastanza diversa e dobbiamo stare attenti ad ogni decisione che prendiamo quando sponsorizziamo qualcuno ".


Quanto sono importanti i social media nella relazione tra un atleta e un marchio?
 
Rip Curl
"Per dieci anni i social network hanno preso pieno posto nelle strategie di comunicazione di marchi e surfisti. Siamo attenti alla presenza e al comportamento dei nostri atleti sui social network, nonché ai risultati sportivi per esempio.

 Inoltre, i social network ci consentono di comunicare direttamente con i nostri ciclisti. Molti di loro hanno un account Instagram e sono molto reattivi.

L'obiettivo che colpisce quando pubblica è uno dei principali vantaggi di avere un atleta sui social media. In effetti, le persone che lo seguono sono generalmente molto qualificate, il che consente di avere un alto tasso di coinvolgimento e quindi di esporre meglio i prodotti del marchio.

Infine, il nostro obiettivo è ovviamente quello di aiutarli nella loro creazione di contenuti e di aumentare la loro comunità sui social network ".

Quiksilver
SC: "La cosa più importante nei social media è come hanno cambiato gli scambi e la condivisione. Prima, parte del valore degli atleti si basava sul modo in cui sono riusciti a esporsi media tradizionali Prima, gli atleti si affidavano ai media come redattori e scrittori.

Oggi, ovviamente, è cambiato e gli atleti sono i redattori propri del proprio contenuto e della propria immagine. Questo è ovviamente molto importante e questo approccio sui social network deve essere gestito con la stessa attenzione dell'approccio a una competizione con una strategia e un adeguato piano di attacco.

I più grandi free-surfer pensano costantemente al loro prossimo progetto per continuare a modellare la loro carriera ".

Picture
Manon: '"È certo che i social network rappresentano un posto importante nella comunicazione dei nostri atleti. È un canale di comunicazione molto potente, da non trascurare. Consentono all'atleta di condividere la sua passione , i suoi valori, i suoi impegni nei confronti della sua comunità, è quindi importante che la sua comunicazione sia pulita.

Sui profili con una forte notorietà, la loro influenza e la loro immagine sui loro social network sono tanto più importanti, sono veri portavoce. Pertanto prestiamo molta attenzione ai social network dei nostri atleti, ma le informazioni e i dati devono sempre essere presi con le pinzette. I social network fanno parte della comunicazione ma fortunatamente questo rappresenta solo una parte della collaborazione con gli atleti, altri aspetti rimangono molto più importanti come: l'investimento dell'atleta per il marchio, i suoi progetti video , la sua presenza sul campo, la sua vera rete sul campo ... "

Need Essentials
"È un ottimo modo per la comunità di surf di ottenere contenuti di ispirazione da altri surfisti e il surf che li ispira. Se usati con moderazione e usati come strumento per connettersi con la comunità, possono essere grandioso. Possono diventare discutibili se usati per forzare palesemente idee o prodotti fuori dalla comunità per avidità o vanità. "

Nomads Surfing
"Oggi Instagram e Facebook sono i tendini della guerra. La nuova generazione utilizza meno Facebook e le altre reti sono poco utilizzate. La nostra immagine è quindi principalmente trasmessa su queste reti e l'atleta che si impegna con noi deve interagire anche con loro. È difficile sponsorizzare qualcuno se non è in grado di promuovere il marchio attraverso alcun media.

Anche se i social media sono importanti, non aggiungiamo tanto valore alle dimensioni della loro comunità come fanno alcuni marchi.

Abbiamo avuto la brutta esperienza di voler sponsorizzare un influencer su Instagram con una grande comunità e si è concluso con un fallimento ".


Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 
Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand