La raccolta di firme è stata fatta via mail, social network e chat

04-05-2020 - A scriverla sono stati centinaia di appassionati di windsurf, stand-up paddle (sup), surf e kitesurf, che chiedono alle istituzioni di poter tornare a pratica il loro sport anche a Genova, come già avviene in altri comuni della Liguria, come Varazze e Bogliasco.

La raccolta di firme è stata fatta via mail, social network e chat: «Si tratta - si legge nella richiesta - di sport individuali con la tavola che vengono praticati in mare e dunque hanno un rischio estremamente basso. Ci risulta che recentemente sia stato chiarito che “chi abita al mare può nuotare”, salvo ordinanze più restrittive emesse dai Comuni. Chiediamo quindi che venga consentito ai praticanti di sport con la tavola residenti nel comune di Genova di poter raggiungere le spiagge per uscire in mare, adottando ovviamente tutte le precauzioni del caso per evitare contatti con gli altri cittadini».

La Regione Liguria ha fatto la sua Ordinanza (25/2020), ecco il pezzo che ci interessa:

via libera alle attività sportive dalle 6 alle 22 nell’ambito della Provincia o Città Metropolitana (anche spostandosi con il proprio mezzo) nel rispetto del distanziamento sociale di 2 metri quali ad esempio bicicletta, trekking, mountain bike, tennis singolo, arrampicata sportiva, passeggiata a cavallo, corsa, tiro con l’arco oltre alle alle attività sportive acquatiche individuali come wind surf, barca a vela (con a bordo al massimo due persone residenti nella stessa abitazione), attività subacquee, canoa, canottaggio, pesca, vela in singolo, con il divieto di utilizzare strutture ad uso comune come spogliatoi, bagni, docce e bar che devono rimanere chiusi;

Poi ATTENZIONE, viene specificato: "i Sindaci, con propri provvedimenti, possono adottare misure più restrittive rispetto all'Ordinanza Regionale..."  --> pertanto prima di andare a surfare (se abiti nella provincia Ligure ove vi è lo spot) conviene sempre verificare se il Sindaco del posto ha fatto o meno qualche provvedimento restrittivio.

Ad esempio a Genova il Sindaco Bucci ha emesso quanto segue: interdizione dell’accesso a spiagge, scogliere ed arenili, ad esclusione dell’accesso alle stesse per la pratica dell’attività sportiva come individuata dall’Ordinanza della Regione Liguria n. 25/2020.

Bogliasco: Di interdire l’accesso a tutte le spiagge, tutte le scogliere, gli scali a mare, il molo Sbolgi (a partire dal Circolo Nautico) ad esclusione del mero transito attraverso tali aree, dalle ore 6 alle ore 22, per la pratica dell’attività sportiva acquatica individuale (wind surf, surf, attività subacquee, canoa, canottaggio, pesca, vela) rimanendo sempre e comunque vietato lo stazionamento sino alle ore 24.00 del 17.05.2020. E’ altresì vietato avvalersi di tutte le strutture ad uso comune quali ad esempio spogliatoi, bagni, docce e bar che devono restare chiusi


Levanto...sold-out

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive