Imagemarzo 2008 - by Giulia Cavallaro

Un commento ad un post e qualche scambio di mail: così ho conosciuto Marco e la sua storia. Marco abitava in Emilia Romagna, ma stanco dell'Italia si è trasferito con moglie e la figlia Rebecca in Costa Rica. Oggi loro tre convivono con il Mare dei Caraibi e l Oceano Pacifico. Vi riporto alcune parole con cui ha provato a trasmettermi cosa ha vissuto...

"La nostra storia parte dall'Italia dove nel 1996 Io e Sandra eravamo all'opera nel gestire e far partire il nostro primo locale a Cesenatico, il Bagno Diner 17 nella zona più' frequentata della riviera romagnola a quei tempi. Dopo cinque anni di lavoro, stanchi un po' di tutte quelle ingiustizie che gli Imprenditori devono subire da parte di un' indecente  burocrazia comunale, vendemmo il bagno, pronti a partire per il Costa Rica, terra tutta da scoprire che già' avevamo conosciuto nei  5 anni durante vari surf trip con amici.
Dopo aver venduto il Bagno Diner partimmo per costruire un ristorante e 6 appartamenti in questo paese, in Playa Cocles a Puerto Viejo, dove avevamo precedentemente comprato un piccolo lotto di terreno. Ora dopo cinque anni di lavoro il lotto e' diventato di 5000 metri, le stanze dell'hotel 20, più' un sacco di altri servizi con cui abbiamo progressivamente arricchito la nostra struttura. Se guardo indietro a cinque anni fa, mi vedo durante una notte piovosa di novembre quando arrivammo qui e mia figlia Rebecca di appena tre anni mi chiese se avevamo cambiato casa e se quella era la nuova: mancava il tetto, la cucina non esisteva e la casa era all'osso...ed io guardandola negli occhi un po' sorpreso gli risposi: Emm beh,si ma da domani papa  la rimette a posto .

Image

Il Costa Rica e' un bellissimo paese per chi vuol stare tranquillo e godere di una vacanza completa in una natura primordiale. Qui diverse specie di uccelli e di animali di ogni tipo convivono con la popolazione in una perfetta armonia.
I cani vivono liberi come gli uomini e questa fu una delle cose che piu' mi impressiono' al mio arrivo, cioè assaporare come uomini e animali possano convivere in un equilibrio senza nessun tipo di regole precostituite .
Qui e' la natura ancora a dettare le regole, le piante sono gigantesche le onde del mare enormi e i fiumi sono il vero cuore del paese. Qui i turisti possono scegliere di avventurarsi in qualsiasi tipo di Tour sportivo, dal rafting al canopy, sempre in condizioni di sicurezza estrema.
Il surf  qui ormai e' un vero e proprio stile di vita consolidato culturalmente, non passa un secondo che non incontri un ragazzo o una ragazza con una tavola sotto braccio. Esistono tantissime spiagge e tutte con tanti tipi di onde diverse, in grado di accontentare le esigenze dei principianti come dei professionisti.
La vita scorre tranquilla in questo paese  e sembra a volte di essere veramente fuori dal mondo. Il paese sta' lentamente cambiando: i servizi anche se basici sono economici e ci sono per tutti. Certo le differenze culturali sono immense e purtroppo la cultura qui e' solo una parola (la storia di questo paese risale agli ultimi 200 anni).
Nonostante cio' comunque oggi il Costa Rica si sta poco a poco modernizzando e quasi due milioni di turisti all'anno ormai lo visitano con frequenza godendo delle sue meraviglie naturali.
Noi nel nostro piccolo non ci possiamo lamentare: il nostro hotel e' quasi sempre pieno tutto l'anno e si guadagna molto bene. Ancora oggi, dopo dieci anni dalla prima volta che entrai in questo paese riesco a provare sensazioni di pura liberta': non esiste cosa che potrei sostituire con il correre di un'onda all'alba o al tramonto in questo angolo sperduto di mondo. Qui  mi sento vivo e libero. L' Italia mi manca, così come la mia Romagna, una delle regioni piu' ricche del nostro paese, ma purtroppo non e' piu il posto che conoscevo e non mi sento piu' a mio agio in una societa' che riconosce solo il consumismo, che corre come un cavallo imbizzarrito  solo dietro a dei valori futili."


http://viaggiando.blogosfere.it

Image

 


Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand