Garrett Lisi
15-02-2010 - Addio allo scienziato con la testa fra le nuvole, oggi preferisce fare surf: la scienza è diventata pop

Ve lo ricordate il proverbiale stereotipo dello scienziato svitato, con la testa fra le nuvole, arroccato nel suo laboratorio alle prese con formule misteriose?
 
Bene, ha fatto anch’esso la fine delle cabine del telefono o dei videoregistratori, definitivamente disperso nel tempestoso oceano del mutamento. Fino a ieri disciplina austera, fredda e lontana, ora con una travolgente metamorfosi la scienza si è imprevedibilmente fatta pop, è diventata calda e comunicativa, si è venuta umanizzando.
 
Ve lo ricordate il proverbiale stereotipo dell’atleta forte bello e imbecille e del nerd geniale ma inguardabile e snobbato dalle ragazze?
Ecco, se ve lo ricordate questo è il momento di scordarvelo. Quello che da più parti è stato proclamato il nuovo Einstein è un ragazzone californiano che si chiama Garrett Lisi e che ha scritto la sua “eccezionalmente semplice teoria del tutto” destinata a mutare per sempre i paradigmi della fisica non in biblioteca o in accademia ma sulle spiagge dove vive facendo surf. C’è un nuovo prototipo di scienziato che non soltanto non si sottrae alle lusinghe del mondo - almeno non a quelle più appassionanti - ma anzi se ne serve per nutrire ed allargare la propria ricerca.
 
Image 
 
Se vi avventurate fra le conferenze video di Ted, vero e proprio brain trust dell’innovazione, se vi tuffate in quella inesauribile sorgente di idee che sono i libri molteplici e corali curati da John Brockman (in particolare Scienza, next generation), non avrete più dubbi: la scienza non soltanto si è impossessata del dibattito filosofico, ma sta riscrivendo le mappe del nostro immaginario.
 
C’è nella scienza una forza comunicativa ed energetica che non ne vuole più sapere di stare dentro i vecchi confini e le vecchie categorie.In questa nostra epoca, biologia, genetica, chimica, fisica si stanno allargando in tutte le direzioni, in una lussureggiante varietà di nuovi saperi, e questo è il segno inequivocabile che la scienza sta vivendo una fase assolutamente espansiva ed evolutiva. Senza più specialismi autoreferenziali, senza più mediazioni, la ricerca scientifica sta mettendo al centro di se stessa e della nostra sensibilità la questione dell’estensione dell’esistenza umana. Della nostra vita sta evidenziando non più soltanto i limiti - come epressivamente fanno tutti i sistemi di pensiero convenzionali - ma innanzitutto le risorse, la potenza. Ci sarà molto da divertirci, credetemi.

di Franco Bolelli
Fonte Tiscali Notizie

Link: http://en.wikipedia.org/wiki/Antony_Garrett_Lisi

Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand