In California nel Surf Museum di Oceanside spuntano dei cimeli di Camp Pendleton


24-01-2014 - Vicino a San Onofre in California, vi era la base "Marines" di Camp Pendleton. Proprio a San Onofre, luogo di nascita della "Beach Culture" della California del Sud, e proprio li vicino vi è un ottimo spot per surfare...ma c'è anche la Base Militare !!!

Ora dopo tanti anni sono uscite foto e cimeli d'epoca dalla base, incluse rare fotografie e tavole da surf.

Durante la seconda guerra mondiale i Marines svilupparono particolari tavole da surf attrezzate con dei sonar, al fine di poter mappare le scogliere dell'oceano Pacifico e  prepararsi all'invasione delle isole giapponesi.

Ora la mostra di Oceanside fa vedere queste particolari tavole da surf..., ma soprattutto sono finalmente uscite le decine di tavole sequestrate ai "local" che si avvicinavano a surfare le onde della base.

All'epoca tra i surfisti e i Marines si era instaurato il tipico gioco del gatto e del topo.  I Marines dovevano custodire la porzione spiaggia del Western White House vicino ad un bello spot. Nelgli anni '60 medio i surfisti erano regolarmente inseguiti e dissuasi dal raggiungere la spiaggia. Alcuni sono stati addirittura arrestati e decine di tavole da surf sono statie confiscate e conservate in una struttura della base chiamata "The Barn".

L'esposizione organizzata dal Surf Museum  di Oceanside presenta tavole da surf famose tra cui una tavola del 1958 fatta da Whitey Harrison  che ha scoperto San Onofre a metà degli anni '30 e la " Trestles Special ", un modello prodotto da Harbour Surfboards per surfare i break di Trestle.

La mostra è aperta tutti i giorni dalle 10:00 alle 16:00, e il giovedì fino alle 20:00.
Si trova al 312 Pier View Way, e durerà fino all'inizio della prossima estate.

Biglietti: 
- $ 5
- $ 3 per gli anziani over 62, studenti, militari ed over 12.
- Ingresso libero il martedì.


Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand