Joakim Noah
11-12-2012 - Joakim Noah dei Chicago Bulls ultimamente aveva perso un po' del suo smalto di giocatore, in particolare non aveva resistenza in partita, fino a quando ha iniziato un particolare allenamento...

Essere giocatore di basket nell'NBA richiede una grande forma fisica ed un'ottima resistenza fisica, le medie dicono che si salta anche per un totale di oltre mezz'ora a partita.

Il fortissimo giocatore e figlo d'arte Joakim Noah (il papà è il campione di tennis Yannick) ha portato la sua media di salto in partita da 30,4 minuti a 39,8 minuti in questa stagione.

Si è scoperto come ha fatto...

Allenandosi in piscina con il grande surfista Laird Hamilton. Joakim ha dichiarato: "Direi che ho imparato tanto sul recupero da lui. Il modo in cui si allena per quello che fa è incredibile. Lo considero come un mentore."
 
 Hamilton non partecipa a contest di surf. Si allena per lo più in modo da poter sopravvivere alle più grandi pareti d'acqua del mondo.
 
Noah ha continuato: "Lui surfa 60-70-piedi giganti, se cadi, potresti morire. Parlare di forza mentale. Quando si ha un mostro da 60 piedi, si può essere sotto (acqua) per due o tre minuti, quindi bisogna allenarsi per questo" - "Lui usa i pesi e fa salti sott'acqua. Riesce a fare 10 salti. E 'incredibile, solo per la capacità polmonare e cose del genere. Davvero mi ha aiutato a fare questi allenamenti piscina."
 
Per contratto Noah non può fare altri sport che potenzialmente lo potrebbero danneggiare, e quindi non può provare a surfare le big-wave. Ma gli allenamenti che ha fatto con Laird Hamilton hanno dato i primi futti sul suo rendimento in partita.
 
In questo momento Noah è il 3° atleta in NBA con la più alta resistenza in a partita dietro solo a  Dwight Howard e Marc Gasol.
 
 
{bookm} 
 
 

Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand