Pro Surfer portoghese e suonatore di contrabbasso ...


JOAO Kopke è uno dei personaggi più carismatici e autentici che si sviluppano nel più recente scenario musicale portoghese e allo stesso tempo è un talento nel surf.

Ha il sale nel suo sangue, e tutto ciò si riflette in quello che fa.

Tutte le storie iniziano con "C'era una volta ..." João di non è diverso.

A soli 8 anni, ha iniziato a surfare a Carcavelos, incoraggiato dalla madre. A quel tempo, le scuole di surf in Portogallo erano ancora molto piccole,  luoghi umidi e puzzolenti.

Un anno dopo, si è iscritto al conservatorio, dove sua sorella stava imparando il violoncello e sua madre è un insegnante di pianoforte, con una sola condizione: il suo strumento doveva essere il più grande! - E così iniziò la doppia avventura del contrabbasso.

Ora vive e trascende sia, amando il mare tanto quanto lui ama condividere la musica con il pubblico, amare un tubo perfetto tanto quanto tenere una nota un po' più a lungo di quello che c'è scritto sullo spartito musicale.

Riflettendo sul fatto che, "il surf è la prova che la razza umana è più grande di quanto non essa stessa lo sappia", Kopke ritiene che l'espressione artistica è il modo in cui dimostriamo i nostri lati più eccezionali, sia sul lato crudo o più raffinata dell'umanità.


Uno dei luoghi in cui João trascorre la maggior parte del tempo è l'oceano, surf tra le onde e le maree. Doppia note basse vengono attraverso in suo potere e la morbidezza.

Per lui, il surf, come forma di espressione personale, è la stessa musica. E' ciò che va al di là di una equazione.

In sostanza, João vuole mostrare che la vita in generale si compone di storie.

Surf e la musica sono solo due veicoli attraverso cui vivere queste storie.

Più che un musicista o un surfista, è un vero e proprio narratore appassionato.


Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 
Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand