Un argomento che ha a che fare con la morte del surfista di Little Avalon ...

31-01-2019 - Non ci sono documenti ufficiali, ma durante tutto l'anno ci sono sicuramente un certo numero di surfisti che muoiono annegati - in tutto il mondo, questo si sa. Diverse cause possono essere evidenziate, ma a volte il leash bloccato nei fondi rocciosi senza che il surfista abbia accesso alla cinghia / velcro, porta a una situazione più complicata o addirittura a una tragedia.

Questo ci reindirizza automaticamente alla storia di Bob, il mitico surfista sessantunenne che vive nel parcheggio di Little Avalon (Sydney, Australia) morto lo scorso agosto. Si sa che è annegato (è stato trovato galleggiare nell'acqua!), Ma ora sappiamo che il suo leash era intrappolato in rocce sommerse.

Ora, quando fu catturato sott'acqua, Bob dovette trattenere il respiro mentre cercava di liberare il Velcro dal suo leash. Si scopre che a volte questo compito non è facile, sia perché lottiamo (sott'acqua) contro la corrente o perché semplicemente l'ambiente circostante non ne consente l'accesso. E quando ciò accade, tragicamente, il surfista finisce affogato.

Esistono tuttavia alcune misure che possiamo prendere in caso di emergenza:
- Metti il ​​leash fuori dalla muta e con il cinturino / velcro all'interno della caviglia (per un rapido accesso);
- Piega la gamba avvicinandoti al tallone della coda (accesso più facile);
- Se il leash è teso e teso, tuffati verso di te per ridurre la tensione e facilitare il distacco;
- Scegli un leash con "sgancio rapido" sulla maniglia.

Questo non deve spaventare nessuno, ma ridurre gli errori a monte è una buona abitudine - Il surf è un'attività rischiosa.

Buone onde!


Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 
Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand