ImageSicuramente uno dei pionieri del big wave riding made in Italy, negli ultimi 17 anni ha girato il mondo alla ricerca di grandi onde,Sunset, Waimea, Bells beach, Fregate passage, Margaret river, playa Zicatela picchi desolati in Marocco.
Nel 1999 vince con un'onda stimata 5mt il Big Wave Italian Challenge a Capo Mannu in Sardegna, e' una persona semplice col sorriso stampato sulla faccia sopratutto quando le condizioni in h20 si fanno serie....

.

.

Chi e' Luca Guglielmino?

Questo è un domandone....E' difficile descrivere se stessi motivo per cui lascio sia mia moglie a farlo per me:
"Luca è una persona speciale perchè è semplice, ottimista e generoso. E' molto responsabile come marito, come padre e come collega ma ha anche un lato divertente e spensierato.
Ama la vita, la gente e naturalmente il surf. Come tutti ha anche dei difetti: è un pò ritardatario,ha molta fiducia negli altri (e molto spesso è un grande difetto) e il surf condiziona troppo spesso le nostre vacanze!!!! Ma ciò che rimane impresso di lui è il sorriso.... quando ti sorride lo fa con gli occhi ma soprattutto con il cuore.
 
Beh forse mia moglie è un pò di parte...( e meno male...!!!) Comunque sono sicuramente una persona semplice..il resto sta a chi mi conosce confermarlo o meno!

Image


Cosa ti ha spinto a surfare onde sempre piu' grosse?

Un'onda tira l'altra... il gusto dell'adrenalina, la voglia di sfidare me stesso prima ancora dell'onda è quello chenegli anni mi ha portato ad affrontare onde sempre piu grosse....
c'e da dire che affrontare un'onda "importante" richiede oltre al coraggio del drop, anche un certo allenamento fisico e mentaleper affrontare l'eventuale wipe out. Per questo cerco di mantenere la calma in acqua, e durante l'anno mi alleno in piscina...
il fiato non si improvvisa!

Image

Cosa pensi del two-in?

L'idea del tow-in mi piace perchè permette a più persone di calvalcare grandi onde, purtroppo non l'ho mai provato e a  tal proposito, se ci fosse un volantario disponibile a trainarmi su qualche mostro si potrebbe organizzare....

Image

Hai girato il mondo in cerca di onde grosse raccontaci un po' lo spot che ti ha colpito maggiormente..


Uno degli spot che mi è rimasto più impresso è sicuramente Blackfellows a Elliston in Sud Australia.
A venti minuti di sterrato dal primo villaggio si apre una baia (chiamata non a caso Anxius Bay...) dove, ai piedi di un cleef alto 50 metri  e nel mezzo della baia stessa, srotola questa lunga sinistra che piega a ferro di cavallo.
Surfai quest'onda nell'estate australe del 2000, circa due settimane dopo l'attacco mortale di un grande squalo bianco( si dice di circa 5 metri!!!) e già questo rendeva l'onda "particolare"; ma ciò che rende lo spot speciale non è tanto la presenza massiccia di pesciazzi vari, quanto il fondale che permette all'onda di arrivare in maniera quasi improvvisa: la massa d'acqua infatti
impatta con il fondale di roccia,l'onda così rallenta e getta il lip creando dei tubi più larghi che alti... un pò come succede a Teahupoo!
Resta il fatto che tutto il Sud Australia offre spots incredibili,poco affollati e molto consistenti tutto l'anno.

Image

L'onda piu' grossa che hai surfato?

Hawaii.Inverno 1998. Waimea bay 15-18 piedi hawaiani (circa 7 metri).
Dopo alcuni mesi trascorsi sulla north shore di Oahu, allenandomi principalmente sulle onde di Sunset con un gun 9.0 single fin,affrontai la mareggiata piu grossa mai capitatami...
E li scoprii che esiste davvero "il gusto" dell'adrenalina...

Image

La volta che te la sei vista brutta?

In proposito non ho dubbi: Spaghetti point, Marocco, inverno 1999: 
Ero in mare da solo, gli amici sul cliff a scattare foto, stavo surfando questo point destro col mio gun X 7'6
I set sui 5 mt arrivavano regolari: drop impegnativo e poi una lunghissima e "morbida" paretona, facile e manovrabile.
Surfavo un onda via l'altra sino all'arrivo del SET ANOMALO.... ma molto anomalo! 3 onde sulla testa e la frulla piu' lunga e pesante mai provata.
In questa occasione ho dovuto mantenere la calma e soprattutto il fiato per moooolto tempo...In quei momenti la paura deve essere sostituita dalla razionalità e dall'istinto di soppravivenza che per fortuna ha prevalso!!!! 
 

Image

Le nuove generazioni si stanno avvicinando al big wave riding cosa pensi sia cambiato da quando hai cominciato tu?

Sono contento che ci siano sempre più ragazzi amanti del surf e del big wave riding...Non penso sia cambiato molto da quando ho iniziato io, forse oggi giorno essendo il surf più conosciuto si ha la possibilità di iniziare prima a praticarlo e si ha modo di viaggiare con più facilità.
 
Image


Il 24 gennaio 2007 a varazze hai superato il molo raccontaci un po' cosa avevi in testa in quel momento?

Voglio arrivare dentro al Teirooooo!!!

Image

Saluti e ringraziamenti.

Ringrazio mia moglie Francesca per sostituirmi in negozio quando il mare chiama e soprattutto per avermi dato un bimbo stupendo che spero da grande amerà il surf quanto me!!!
Ringrazio anche Paolo Ghiglione il mio fotografo nonchè preparatore "atletico" e il mio compagno di avventure Matteo Veraniche non dimentica mai di ricordarmi "quanto le onde siano FANTAAAASTICHE" tutte le volte che non posso surfare...

Image

Nato: Anzio nel 1970
Residenza: Arenzano
Peso: 71 kg
Altezza: 1,80
Occupazione: commerciante
Home spot: La secca
Manovra preferita: big late drop (sono della old school!!)
Musica preferita:  dal lounge al rock a seconda degli stati d'animo...
Cibo preferito: tutto quello che mi prepara mia moglie!!!!
Viaggi:Hawaii, Marocco, Australia, Indonesia, Polinesia, Fiji, Canarie, Messico, Sry Lanka, Maldive, Europa in generale
Quiver: 6'3 - 6'6 - 6'9 - 7'6 x surfboards e 6'0 js
Sponsor: Localsurfshop.... eh eh

Image

Image

Image

Image

Image

Image


Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand