Image17-08-07 E' ON LINE L'AGGIORNAMENTO DELLA MAPPA DELLE SPIAGGE VIETATE IN ITALIA
ROMA  - E' in funzione sul sito del ministero della Salute l'aggiornamento in tempo reale, destinato ai cittadini, dei tratti di costa italiana dove è vietata la balneazione per inquinamento o per altri motivi, come la presenza di parchi marini, zone militari, porti, aeroporti.

L'aggiornamento avviene sulla base delle ordinanze dei Sindaci, i quali rendono esecutivi i divieti di balneazione emessi dalle Regioni. Le ordinanze comunali vengono tempestivamente inviata al Ministero della Salute, che provvede alla loro pubblicazione on line.

E' possibile consultare gli aggiornamenti in tempo reale facendo ricerche per regione, provincia o comune. Prima dell'apertura della stagione balneare i sindaci, con propria ordinanza, rendono esecutivi i divieti di balneazione per le zone indicate dalle Regioni. Quando però nel corso della stagione balneare i risultati delle analisi impongono un provvedimento di divieto, i laboratori preposti al controllo informano il sindaco, che emette un'ordinanza di divieto.
La fotografia delle acque costiere secondo il Rapporto 2007 sulle acque di balneazione è comunque più che positiva. Il 91,3% risulta infatti balneabile, mentre il restante 8,7% non soddisfa i requisiti. I dati riguardano circa 6.000 chilometri di coste (su un totale di 7.375 chilometri) sulla base del monitoraggio gestito dalle agenzie Arpa e dalle aziende sanitarie.
Negli anni '80 oltre un terzo delle coste italiane non risultava accessibile ai bagnanti perche' inquinato. Un quadro nazionale quindi, secondo il ministero, "rassicurante", e questo nonostante si registri un "lieve aumento" della costa non balneabile pari al +1,15% in quasi tutte le regioni rispetto al 2005.  

per la mappa on-line CLICCA QUI

fonte ansa


Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand