Glenn Hall
12-01-2013 -
Dopo 12 anni di tentativi, finalmente all'età di 31-anni, l'Irlandese Glenn Hall ha centrato l'obiettivo inseguito da una vita, la qualificazione al campionato più importante del mondo: l'ASP World Championship Tour 2013.

Glenn Hall sarà 'Rookie' nel WCT con surfisti molto più giovani di lui, come Filipe Toledo (BRA) 17-anni, Nat Young (USA) 21-anni e Sebastian Zietz (HAW), 24-anni.

Glenn si è trasferito in Europa, e ora surfa per l'Irlanda, la terra dei suoi antenati, ma lui chiama ancora a casa la sua Australia.

L'ASP Australasia ha intervistato Glenn mentre si prepara a difendere la tappa ASP 4-Star Classic Hainan in Cina, vinta l'anno scorso. Questa vittoria è stata il vero punto di partenza di uno strepitoso 2012.


Come ci si sente a far parte dei TOP 34 surfisti al mondo?
Detto così è davvero bello, ma ad essere onesti ci sono surfisti incredibili in tutto il mondo, ed essere nei TOP 34 è solo una questione di numeri.
Per me che sono un surfista che ama gareggiare, l'essere ai massimi livelli è una grande sfida.

Hai mai pensato che forse non ci saresti mai riuscito a qualificarti ?
Gia sono anche un po' su con l'età, e già un paio di volte sono stato sul punto di mollare. Ma adoro la competizione, mi piace molto cercare di battere i migliori ragazzi. Ho imparato molto da gente come Jake Paterson che ha avuto una carriera incredibile e ammettono apertamente che non era forte come Kelly (Slater) o Taj (Burrow), ma non si tirava mai indietro e dava sempre il massimo. Ho imparato molto da lui e dal suo atteggiamento.

Stai tornando in Cina, ci racconti  cosa è successo l'anno scorso ?
Si. Torno in Cina per il 4-star Hainan Classic e non vedo l'ora. L'anno scorso è stato fantastico vincere l'evento e iniziare così bene l'anno.  Speriamo che le onde siano come l'anno scorso. E' incredibile pensare alla quantità di onde che ci sono su quell'isola che sono ancora relativamente "unsurfed", in particolare con la quantità di persone che vi abitano.

Come hai intenzione di affrontare la 1° tappa del WCT il Quiksilver Pro Gold Coast ?
Penso che aver avuto il mese scorso una wild al Billabong Pipe Masters mi ha veramente aiutato mentalmente. Io, ovviamente, non sono andato come avrei voluto, ma mentalmente ho avuto modo di sentire cosa si prova a surfare in un evento WCT.
Fondamentalmente quello che ho imparato è che è solo un'altra competizione di surf.

Sei un australiano nato e cresciuto, ci raccontano perché surfi per l'Irlanda ?
Sono cresciuto in Australia e li ho vissuto buona parte della mia vita, poi ho passato un sacco di tempo in Irlanda, anche con i miei parenti a Cork ed ho trovato delle onde incredibili.
Qualche anno fa ho avuto l'opportunità di surfare per l'Irlanda e mi piaceva l'idea di rappresentare il paese e cercando di dare un esempio alle giovani generazioni in Irlanda, qualcuno da seguire nelle gare di surf. Ci sono così tanti grandi giovani surfisti in irlanda che surfano grandi onde, non vi è alcuna ragione per cui non dovrebbero poter competere contro i migliori del mondo. Ho colto l'occasione ed è stata una grande esperienza. Ho incontrato alcune persone fantastiche e il supporto da parte dell'team irlandese è stato incredibile. Mi è stata offerta anche l'opportunità di diventare un ambasciatore per il Turismo in Irlanda.

Hai qualche consiglio per i ragazzi che provano nelle tappe ASP ?
Forse solo che io sono un buon esempio per loro e quindi suggerisco di continuare a provarci. Se dai il 100% e surfi bene, prima o poi i risultati arrivano.
 

 
{bookm}
 

Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand