Un surfista ventisettenne è stato attaccato a Saint-Leu.

10-05-2019 - Nuovo drammatico attacco alle Reunion Island. Un uomo di 30 anni che stava surfando al largo di Saint-Leu (Reunion Island) è morto giovedì pomeriggio (ora locale) dopo un attacco di squalo, secondo un rapporto. AFP, avvertito dai vigili del fuoco. Altre tre persone che surfavano con lui sono riuscite a tornare a riva.

Il surfista è stato attaccato alle 16:30 (ora locale) da uno squalo, che gli ha strappato una gamba. Il suo corpo è andatp alla deriva e ripescato pochi minuti dopo al porto di Saint-Leu, situato a ovest dell'isola, dove è stata dichiarata la morte.

Questo è il 24 ° attacco di squali sull'isola francese dall'inizio della "crisi degli squali" nel 2011 e l'undicesimo mortale. La metà di questi attacchi ha coinvolto surfisti e bodyboarder.
Una chiamata alla "massima vigilanza"

Giovedì mattina, prima dell'attacco mortale, la prefettura delle Reunion aveva lanciato una chiamata alla "massima vigilanza".

"La Reunion sta entrando in un periodo di transizione tra l'estate e l'inverno australe, con fronti di swell meridionali ricercati dagli appassionati di sport acquatici, e l'uso della costa Reunionese da parte degli squali bulldog, potenzialmente pericolosi, è più importante quando si entra nell'inverno australe con un raffreddamento stagionale della temperatura dell'acqua di mare ", avevano avvertito i servizi dello Stato in un bollettino.
Un'inchiesta è stata affidata alla brigata di gendarmeria di Saint-Leu. Questa è una terribile notizia per Reunion che rimane bloccata in una crisi di squali senza precedenti.

In questa giornata difficile, i nostri pensieri sono con la famiglia e l'entourage di questo surfista.

 


Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 
Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand