Tutto è partito da un semplice progetto scolastico ...

04-01-2019 - Approfittando dell'idea di un progetto scolastico, un bambino proveniente dall'Australia meridionale alla fine ha tentato di eliminare microplastiche e prodotti chimici dall'oceano trasformandoli in una nuova marca di paraffina ecologica.

Tutto è iniziato quando il dodicenne Noah Pronk ha tracciato le linee per un progetto scolastico nel settembre dello scorso anno, il cui budget non poteva eccedere 20 Dollari australiani (+/- 13 euro).

Durante la sua ricerca per l '"idea imprenditoriale" di St. Leonards, che è un appassionato nuotatore e, ovviamente, un surfista, ha capito che quasi tutti loro le marche di paraffina sul mercato contengono sostanze chimiche e plastiche nella loro composizione.

Solo una marca, situata nel Queensland, sembrava avere un filone chiaramente più eco-compatibile. Questo ha fatto si di lanciare l'idea di creare una cera totalmente ecologica.  "La cera è tossica ed è bloccata con sostanze chimiche, il che non va bene per i pesci. Nuotano nell'oceano insieme alle plastiche, poi ci mangiano, quindi noi alla fine mangiamo anche la plastica. Volevo cambiare, non voglio mangiare la plastica ", ha spiegato Noah. Così ha messo a punto una miscela di cera di canguro e olio di cocco, entrambi di origine locale, per inventare la sua ricetta. Secondo Grom, la produzione iniziale era
circa 200 panetti, che funzionano così come il resto dei marchi di cera sul mercato.

E così una nuova impresa (o idea imprenditoriale) è nata con una base ecologica (100% locale, biologica e artigianale), e Noah è già stato aiutato da sua madre per quel che riguarda la gestione dei social network e l'invio dei pacchi.


Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand