A Parigi ...

10-12-2019 - L'isola della Polinesia francese è una delle cinque proposte prese in considerazione dal comitato organizzatore dei Giochi olimpici del 2024 per ospitare eventi di surf e secondo Christophe Dubi, alto funzionario del Comitato Olimpico Internazionale (CIO), non vi sono ostacoli per Tahiti ad ospitare il surf per la seconda volta ai Giochi olimpici.

Tra le proposte presentate per ospitare l'élite mondiale del surf a Parigi 2024 ci sono Biarritz, la comunità di Le Pays Bigouden Sud (La Torche), il dipartimento di Les Landes (Hossegor, Capbreton e Seignosse) e Lacanau, ma la decisione potrebbe essere presa questa settimana in una riunione del Consiglio esecutivo di Parigi del 2024.

Secondo il sito all'interno dei giochi, il presidente del CIO Thomas Bach all'inizio di quest'anno ha minimizzato la possibilità che la Polinesia francese avrebbe avuto successo con la sua offerta a causa della sua distanza da Parigi (15.700 chilometri), ammettendo che il CIO avrebbe preferito un più vicino al centro dei Giochi, ma le eccellenti condizioni per le quali Tahiti è nota la rendono uno dei più interessanti.

Tahiti è stata la scena di una delle tappe più emozionanti del circuito mondiale del surf, Tahiti Pro Teahupo'o, che ha visto l'australiano Owen Wright diventare campione del palco quest'anno e potrebbe ospitare nel 2024 i migliori surfisti del mondo per competere in una delle più emozionanti competizioni mondiali su un'onda di qualità a seguito della controversa discussione sulla qualità delle onde che il Giappone potrebbe offrire alla premiere olimpica di surf del prossimo anno.


Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 
Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand